ArtLine Milano: Tutto il programma degli eventi per l’Art Week 2021

11/09/2021

ArtLine Milano – Programma Art Week 2021

 

Sarà inaugurata ufficialmente sabato 18 settembre, durante Milano Art Week 2021 (13/19 settembre) Rudere di Adrian Paci, la nuova opera di ArtLine Milano, il progetto di arte pubblica del Comune di Milano che si sviluppa nel parco di CityLife lungo un percorso articolato di venti opere permanenti.

 

L’opera di Paci si andrà ad aggiungere alleprime otto sculturesite-specificgià installate all’interno del parco e realizzate dagli artisti Riccardo Benassi, Judith Hopf, Maurizio Nannucci, Ornaghi & Prestinari, Wilfredo Prieto,Matteo Rubbi, Pascale Marthine Tayou e Serena Vestrucci. Oltre alle opere già posate sono in progettazione quelle di Mario Airò,Rossella Biscotti, Elisabetta Benassi, Jeremy Deller, Shilpa Gupta, Adelita Husni-Bey, Alfredo Jaar, Liliana Moro, Otobong NKanga, Kiki Smith.

 

Ruderedi Adrian Paci (Scutari, Albania, 1969) è una struttura architettonica aperta sul retro e senza tetto. Le mura in cemento costruiscono un recinto che circoscrive e innalza la vegetazione presente al suo interno in uno spazio quasi sacro. Il parco di CityLife – con i suoi grattacieli, gli uffici e il centro commerciale – intreccia un dialogo emozionante con la forma quasi archetipica della costruzione, abitata da alberi da frutto legati a simbologie antiche – come il cachi che simboleggia la virtù, il melograno l’amore misericordioso, il fico la fertilità- o alla dimensione dell’eterno, come il cipresso che con la sua verticalità rimanda ad una dimensione sacra.

 

“Ruderesi offre come spazio di riflessione sul rapporto tra uomo e natura, tra l’habitat costruito dall’uomo e quello offerto dal mondo vegetale”, spiega Adrian Paci, “immaginando un possibile ‘ritiro della presenza umana per dare spazio a uno sviluppo incontrollato della vegetazione. La struttura sta tra un rimasuglio antico e un non finito contemporaneo in uno stato di potenza, dove strutture geometriche e forme indisciplinate della natura convivono e dialogano tra di loro. C’è qualcosa tra il sacro e il profano, tra il fragile e il resistente. Ho voluto giocare con il colore del cemento riprendendo le fasce di colorazione leggermente diverse che troviamo nelle chiese romaniche o gotiche, che, però, in questo caso ricordano anche le assi delle casse che servono per il getto del cemento.L’opera si propone non soltanto come un oggetto da guardare, ma come uno spazio da vivere. Gli elementi viventi dell’opera, che sono gli alberi, invitano ad attivare una relazione tra l’uomo, la natura e l’artefatto”.

 

L’inaugurazione si svolgerà alle ore 10.30 alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Milano, del coordinatore di ArtLine Milano Roberto Pinto, della dirigente dell’Ufficio Arte negli Spazi Pubblici Marina Pugliese e dell’artista Adrian Paci.

 

Ma le iniziative di ArtLine Milano per la Milano ArtWeek 2021 non finiscono qui.

 

Domenica 19 settembre, a partire dalle ore 16, il team curatoriale di ArtLine Milanoaccompagnerà i cittadini milanesi in una passeggiata tra le opere di arte pubblica presenti in città, alla scoperta di alcune tra le più importanti sculture installate in parchi e luoghi pubblici: da La Mela ReintegratadiMichelangelo Pistoletto, realizzata e installata al centro di piazza del Duomo a Milano per l’apertura dell’EXPO e poi collocata definitivamente di fronte alla Stazione Centrale, al Monumento a Mazzini, in piazza della Repubblica, opera dello scultore Pietro Cascella. La visita proseguirà verso Porta Nuova, dove incontreremo Eggdi Alberto Garutti: 23 tubi in metallo cromato ottone che si sviluppano in verticale su quattro livelli, dai piani del parcheggio a quelli superiori, e che rimandano suoni, rumori e parole circostanti. La tappa successiva è il tour delle opere realizzate per la XV Triennale di Milano del 1973 e ubicate tra il Parco Sempione e i Giardini della Triennale. Si parte da Accumulazione musicale e sedutadi Arman nel Parco Sempione. La scultura è stata ideata come una colata di calcestruzzo che imprime la forma di una cavea con gradoni e varie sedie in ferro, mentre dal podio, un parallelepipedo posto di fronte alla gradinata, emergono trombe e strumenti musicali. Non può mancare una visita al Teatro Continuodi Alberto Burri– una struttura palcoscenico ridotta all’essenziale, composta da una piattaforma sollevata da terra e da sei quinte laterali rotanti dipinte di bianco su una faccia e di nero sull’altra – e a La Fontana dei Bagni Misteriosidi Giorgio De Chirico che si trova ora all’interno della Triennale. Si tratta di una vasca di forma sinuosa all’interno della quale emergono due nuotatoriun trampolinouna pallauna cabinaun cignoun pesce e una fonte, tutti elementi che richiamano l’infanzia dell’artista a Volos, in Grecia. Il seme dell’Altissimodi Emilio Isgrò rappresenta il passaggio successivo. Realizzata in occasione dell’Expo 2015, la scultura ritrae un seme d’arancia ingrandito ben 1.500.000.000 volte fino a raggiungere un’altezza di sette metri, e crea un collegamento fra la Sicilia, terra d’origine dell’artista, e Milano, sua città d’adozione. La passeggiata si concluderà nel parco di ArtLine Milano, progetto d’arte pubblica del Comune di Milano nel nuovo quartiere di CityLife, con una visita alle opere presenti nell’area.

 

Info e dettagli su www.artlinemilano.it, prenotazione obbligatoria tramite mail a: artline.milano@gmail.com